Chiesa di Sant'Antonio
Voluta da Don Rua, primo successore di Don Bosco, è una delle costruzioni che percorrendo il Corso Umberto I spicca all’occhio del visitatore, non solo per la sua imponente struttura ma soprattutto, per l’emozionante gioco di luci e per la sua posizione dominante rispetto all’abitato.




La prima pietra fu benedetta da Don Rua giorno 11 Maggio 1908 (*) e da qui i Salesiani, giunti a Soverato per aiutare la popolazione in seguito al terremoto del 1905, crearono: oratori, scuole e la Parrocchia dell’Immacolata situata nella piazza centrale della città; in virtù delle loro attività furono molto importanti per lo sviluppo socio-culturale della cittadina.
Dal punto di vista architettonico, la Chiesa ricorda lo stile neogotico, con un portale ad arco ogivale racchiuso in un timpano finemente decorato, su cui poggia la statua di Sant'Antonio. Il corpo centrale, che ospita le campane, è soprelevato rispetto alle due ali ribassate. La facciata è decorata da due monofore allungate sormontate da due rosoni decorativi.

* Gnolfo Giovanni, Paliporto, 1984.
Numeri utili
 

Iat Soverato

Informazione ed Accoglienza - Tourist Information

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di piĆ¹
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all'uso dei cookie